INCENDI, WWF: IN ITALIA OGNI ANNO IN FUMO QUASI 73MILA ETTARI

INCENDI, WWF: IN ITALIA OGNI ANNO IN FUMO QUASI 73MILA ETTARI

100
CONDIVIDI
incendio.png

Quasi 27mila ettari di territorio bruciati in Italia solo nel 2020. Questo – riporta Adnkronos – quanto emerge dal report WWF ”Mediterraneo in fiamme”. L’Italia, con una superficie bruciata media annua di 72.945 ettari, si pone ben al di sopra della media (poco più di 62.000 ettari) ed è terza dietro a Portogallo e Spagna. A fronte di una diminuzione numerica degli incendi, aumenta purtroppo l’estensione delle superfici percorse dal fuoco. In Italia, nel 2020, si sono verificati 7 incendi che hanno coinvolto aree più estese oltre 500 ettari, il più grande dei quali ha bruciato oltre 3.000 ettari nella provincia di Trapani alla fine di agosto. Dal 1 gennaio e fino al 14 luglio Effis (European Forest Fire Information System) ha registrato in Italia in totale 157 incendi con superficie maggiore di 30 ettari, mentre la media annua tra il 2008 e il 2020 si attesta a 66. Nello stesso arco di tempo, la superficie totale incendiata ammonta a 26.931 ettari.

“Dobbiamo smettere di pensare ai nostri boschi solo dopo che si verificano immani tragedie come questa, con costosi interventi straordinari o emergenziali. È necessario investire sulla prevenzione attraverso una quotidiana gestione e cura del territorio – ha dichiarato Carmelo Spada, Delegato WWF per la Sardegna-. Appena terminata l’emergenza dovranno essere accertate le responsabilità e puniti i colpevoli e si dovranno adottare tutte le misure previste dalla legge per il ripristino dell’ambiente come il divieto di pascolo e di caccia”. Gli incendi che nelle ultime 48 ore hanno devastato l’oristanese (circa 20 mila gli ettari interessati dal fuoco) non hanno risparmiato nemmeno l’olivastro millenario di Cuglieri, un vero e proprio biglietto da visita per la Sardegna occidentale e i suoi abitanti. Oggi di quel maestoso monumento naturale, colpito dalle fiamme anche perché circondato da erba alta, non restano che rami anneriti e fumanti.

(Foto di repertorio)

Commenti

commenti