STUDIO TEDESCO: I CANI RICONOSCONO LE AZIONI INTENZIONALI

STUDIO TEDESCO: I CANI RICONOSCONO LE AZIONI INTENZIONALI

522
CONDIVIDI
caneparco.png

Oltre alle tantissime capacità che conosciamo i cani hanno anche quella di riconoscere le azioni intenzionali, distinguendole da quelle istintive o frutto del caso. Come riporta Agi lo sostiene uno studio pubblicato sulla rivista Scientific Reports, condotto dagli scienziati dell’Università di Gottingen, che ha esaminato le reazioni degli animali se venivano loro negati dei premi alimentari. Il team, guidato da Britta Schunemann, ha coinvolto 51 cani, ognuno testato in tre condizioni con una barriera trasparente di separazione da uno sperimentatore umano. Nello scenario di base, il ricercatore porgeva al cane una ricompensa alimentare tramite un’apertura nella barriera. Successivamente, l’uomo ritirava il cibo attraverso il varco posizionandola davanti a sé, mentre nell’ultimo step lo sperimentatore fingeva di non riuscire a far passare il premio attraverso il foro, nonostante diversi tentativi. Stando ai risultati del gruppo di ricerca, guidato anche da Juliane Brauer, i cani mostravano reazioni diverse nelle varie condizioni. “Gli animali aspettavano prima di avvicinarsi alla ricompensa negata se percepivano l’assenza di intenzionalità – riporta l’autrice – quando i cani capivano che l’uomo non riusciva a nutrirli, erano associati a maggiori probabilità di sedersi o sdraiarsi, e tendevano a smettere di scodinzolare”.

Commenti

commenti