GB, RIFORMA ANIMALISTA: FINO A 7 ANNI DI CARCERE AI RAPITORI DI...

GB, RIFORMA ANIMALISTA: FINO A 7 ANNI DI CARCERE AI RAPITORI DI ANIMALI

120
CONDIVIDI
bulldog.jpg

Tolleranza zero verso chi sottrae ai proprietari gli animali domestici, a partire dai cani che sono i più presi di mira. Come riporta Ansa è questa la decisione presa dal governo britannico che sta introducendo nuove misure tra cui il reato di ‘pet abduction’, quindi di ‘rapimento’ (termine usato per gli esseri umani), punibile con una pena detentiva fino a 7 anni di carcere, stando a fonti citate dal Daily Telegraph. Attualmente, invece, l’animale è trattato alla stregua di una proprietà e quindi la legge sanziona la perdita economica e non quella affettiva. “Gli animali domestici sono considerati come membri della famiglia in tutto il Paese, e l’aumento dei furti è un fatto molto allarmante”, ha detto il ministro dell’Ambiente, George Eustice. L’anno scorso infatti sono stati denunciati circa duemila furti di cani e sembra anche che il lockdown introdotto per la pandemia di coronavirus abbia influito, facendo crescere la richiesta di animali domestici nel Regno Unito e di conseguenza il commercio illegale.

(Foto di repertorio)

Commenti

commenti