DOVE-THE BODY SHOP: APPELLO PER SALVARE I COSMETICI CRUELTY FREE

DOVE-THE BODY SHOP: APPELLO PER SALVARE I COSMETICI CRUELTY FREE

142
CONDIVIDI
cosmetici.jpg

Un’azione di Dove e The Body Shop insieme a Peta, Cruelty Free Europe, HSI, Eurogroup for Animals e Eceae (con un totale di 100 organizzazioni aderenti da 26 stati membri dell’UE) per mobilitare 1 milione di cittadini europei e salvare i cosmetici cruelty free in Europa, invitando a firmare una petizione volta a sostenere il divieto europeo sulla sperimentazione sugli animali. Questa settimana – riporta Adnkronos/Labitalia – i cittadini di Milano hanno ricevuto un appello diretto su muri e strade attraverso attività di guerrilla marketing da parte di Dove e The Body Shop: ‘unitevi a noi per porre fine ai test sugli animali e salvare i cosmetici cruelty free in Europa’. Nel 2004, dopo decenni di campagne promosse da consumatori, organizzazioni di protezione degli animali e diverse aziende cruelty free, l’Unione Europea ha vietato di testare i prodotti cosmetici sugli animali. Nel 2009, ha vietato i test di ingredienti cosmetici e, infine, nel 2013 la vendita di cosmetici testati su animali. L’approccio dell’UE è diventato il modello per il cambiamento normativo nei Paesi di tutto il mondo. Eppure, le recenti richieste di test da parte dell’Agenzia europea delle sostanze chimiche (Echa) rischiano di distruggere questi divieti, mettendo a repentaglio l’ulteriore obiettivo che il Parlamento europeo ha coraggiosamente richiesto dal 2018: un divieto globale di sperimentazione dei cosmetici sugli animali entro il 2023.

(Foto di repertorio)

Commenti

commenti