UDINE, UCCIDE CAPRIOLO FUORI DAL CALENDARIO VENATORIO: CONDANNATO

UDINE, UCCIDE CAPRIOLO FUORI DAL CALENDARIO VENATORIO: CONDANNATO

267
CONDIVIDI

Ha ucciso un capriolo maschio di due anni quando era espressamente vietato dal calendario venatorio della regione Friuli Venezia Giulia. Il Tribunale di Udine ha condannato l’uomo, residente in provincia di Udine, alla pena di mesi 6 di reclusione per il reato di uccisione di animale e al risarcimento di 5 mila euro di danni. L’Enpa si era costituita parte civile.

 “Si tratta di una sentenza importante – ha affermato Carla Rocchi, Presidente nazionale Enpa – con la quale è stato riconosciuto il concorso formale tra il delitto e la contravvenzione e disposta la distruzione di armi e munizioni nonché la trasmissione degli atti alla Questura per quanto di competenza. Ci auguriamo dunque che questo porti alla sospensione o al ritiro della licenza venatoria del cacciatore in questione. Sarebbe sicuramente un messaggio importante per tutti i cacciatori che pensano di agire al di sopra delle regole. L’ufficio legale dell’Ente Nazionale Protezione Animali è impegnato ogni giorno con il suo ufficio legale, e tramite l’avvocato Claudia Ricci, nella lotta per i diritti degli animali e contro la caccia nei Tribunali”.

(Testo Enpa, foto di repertorio)

Commenti

commenti