BARI, 120 TON DI RIFIUTI BRUCIATI E INTERRATI: ARRESTATO IMPRENDITORE

BARI, 120 TON DI RIFIUTI BRUCIATI E INTERRATI: ARRESTATO IMPRENDITORE

181
CONDIVIDI

Avrebbe interrato ben 120 tonnellate di rifiuti speciali (in gran parte da lavori legati all’edilizia) dopo averli bruciati per risparmiare 100mila euro di smaltimento e “innalzare il piano campagna di un’area depressa, destinata a uso agricolo” per realizzare un parcheggio abusivo. Come riporta Dire l’accusa è rivolta dai carabinieri dei Noe di Bari che hanno arrestato un imprenditore per inquinamento ambientale e sequestrato l’area che si trova ad Adelfia, nel barese ed estesa per 15mila metri quadrati. L’indagine conta 14 indagati e si è avvalsa di intercettazioni ambientali e della acquisizione di filmati registrati dai circuiti di videosorveglianza della zona. I militari hanno accertato che i rifiuti, alcuni anche pericolosi, provenivano da quattro aziende che avrebbero così ignorato “l’ingente danno ambientale” provocato dallo smaltimento illecito compiuto per tutto il 2020.

(Foto di repertorio)

Commenti

commenti