CASO APTUIT, CONSULTA COMUNALE DI VERONA: “APRITE LE PORTE!”

CASO APTUIT, CONSULTA COMUNALE DI VERONA: “APRITE LE PORTE!”

505
CONDIVIDI
beagle.jpg

La Consulta comunale di Verona per la tutela del benessere animale prende nuovamente posizione riguardo ai cani Beagle recentemente arrivati al centro ricerche Aptuit (controllato dalla multinazionale Evotec) per essere utilizzati per la sperimentazione. In una nota “rinnova con fermezza l’invito all’azienda farmaceutica e all’Ulss 9 Scaligera a divulgare in trasparenza le autorizzazioni ministeriali che, in base al dettato legislativo permettono nella ricerca l’utilizzo di alcune specie di animali, fra cui cani, gatti e primati non umani”. “Allo slogan di #apriteleporte, la Consulta del Comune di Verona – prosegue il comunicato – intende lottare affinche’ cio’ che accade all’interno dell’azienda Aptuit-Evotec sia reso pubblico”. “Questa sperimentazione viene effettuata su territorio italiano e veronese in particolare – ha detto Romano Giovannoni, presidente e portavoce della Consulta – e pertanto la nostra richiesta di informazioni in merito alle modalita’ di utilizzo degli animali ed alle autorizzazioni ministeriali deve essere accolta sia da Aptuit che dal Servizio Veterinario dell’Ulss 9”

Commenti

commenti