CARBONE, “RIDURRE” INVECE DI “ABBANDONARE”: LE COLPE DI INDIA, CINA E USA

CARBONE, “RIDURRE” INVECE DI “ABBANDONARE”: LE COLPE DI INDIA, CINA E USA

85
CONDIVIDI
inquinamento.jpg

Una singola parola che può cambiare, di molto, il testo di un accordo. “Ridurre” al posto di “abbandonare” il carbone, “phase down” invece di “phase out”: come riporta Ansa la firma in calce all’emendamento ha (ulteriormente) annacquato le ambizioni della Cop26 e arriva dall’India, che in extremis ha preso in mano il testo dell’accordo finale per cambiare una parola da cui dipendevano miliardi di dollari di costi per una riconversione globale. Prima dello strappo last minute, il compromesso era stato stato avallato dagli altri due principali responsabili dell’inquinamento, Cina e Stati Uniti, che nel loro accordo bilaterale, raggiunto a pochi giorni dal summit virtuale di domani tra i presidenti Xi Jinping e Joe Biden: entrambi hanno sì promesso di “potenziare l’azione sul clima”, ma passando proprio per quella via graduale per cui Nuova Delhi è finita sul banco degli imputati. “Devi ridurre il carbone prima di potere eliminare il carbone”, aveva spiegato l’inviato Usa John Kerry, presentando mercoledì l’intesa con Pechino. Una linea confermata dai negoziatori americani anche prima della convulsa sessione plenaria che ha chiuso il vertice di Glasgow, secondo quanto ricostruito da Bloomberg. Più sibillina, anche la Cina aveva fatto intuire la sua linea, poi seguita nello sprint finale targato Delhi.

(Foto di repertorio)

Commenti

commenti