MALAMOCCO (VE), CINGHIALE CATTURATO IN ACQUA CON UNA CORDA

MALAMOCCO (VE), CINGHIALE CATTURATO IN ACQUA CON UNA CORDA

478
CONDIVIDI

Cerca di nuotare con una corda stretta in vita, mentre due ragazzi sulla barca riprendono e commentano dicendo: “Ragazzi, tutti prendono seppie e noi prendiamo cinghiali. Ce l’abbiamo in corda! Bravo, stai a galla”. Non è chiaro se il cinghiale, alla fine, sia annegato. Come riporta Venezia Today sta facendo molto discutere in queste ore un video diventato virale, girato a Venezia, di un cinghiale catturato da alcuni uomini, probabilmente pescatori, nella zona di Malamocco. Alcuni cittadini si sono già mobilitati per sporgere denuncia alle forze dell’ordine e, intanto, segnalazioni sono già arrivate anche al WWF.

“Questo è un evidente maltrattamento – commentano dal WWF -. Vanno individuati i responsabili. Si tratta di fauna selvatica e deve essere trattata da personale esperto”. Il video è stato pubblicato anche sui social network ma, alcuni minuti dopo, è stato cancellato. Dal WWF lanciano un appello alla Regione e alla Città Metropolitana affinché prevedano “investimenti per la gestione della fauna selvatica. Serve personale esperto per il trattamento di questi animali, è necessario costruire una rete di persone specializzate. Manca, ad oggi, una politica che affronti questo tema”.

Aggiornamento. Come riporta Il Gazzettino alla fine il cinghiale è tornato libero, mentre le due persone responsabili sono state individuate dalla polizia metropolitana: al momento sono stati ascoltati come persone informate sui fatti ma a breve gli atti diventeranno il perno per un’inchiesta sul maltrattamento degli animali.

(Frame dal video pubblicato su Venezia Today)

Commenti

commenti