MUFLONI, ANIMALISTI DENUNCIANO: AL GIGLIO ABBATTUTI GIÀ 4 ESEMPLARI

MUFLONI, ANIMALISTI DENUNCIANO: AL GIGLIO ABBATTUTI GIÀ 4 ESEMPLARI

438
CONDIVIDI

“Ieri al Giglio hanno iniziato a sparare. Al momento sarebbero 4 i mufloni già uccisi dai cacciatori scelti dall’ente Parco dell’Arcipelago toscano per sterminare l’ultimo sparuto gruppo di animali, una trentina presente sull’isola”. Questo – riporta Ansa – quanto scritto in una nota diffusa dall’associazione Vitadacani e la Rete dei santuari di animali liberi, aggiungendo che “il Parco quindi va avanti nell’eradicazione di questa specie, nonostante tutte le proteste e le tante disponibilità a trasferire e accogliere gli animali in rifugi e centri di recupero degli animali selvatici fuori dall’isola”. Associazione Vitadacani e Rete dei santuari di animali liberi, dopo aver diffidato il Parco e scritto anche al Parlamento europeo, invita ora “cittadini, associazioni e volontari ad andare spontaneamente e personalmente sull’isola per presidiare permanentemente i suoi territori e vigilare per impedire la strage”.

“Da quando è stato istituito il parco, nel 1996, ne sono stati abbattuti 2.166, dei quali 97 all’isola del Giglio negli ultimi 12 anni, sotto la gestione di 3 presidenti, 3 commissari e 4 direttori diversi. Le poche decine di mufloni presenti all’isola del Giglio non capisco perché suscitino tutte queste reazioni”. Così replica Giampiero Sammuri, presidente del Parco Nazionale dell’Arcipelago toscano, in una intervista rilasciata a MaremmaOggi.

Commenti

commenti