CINA, CORTE SUPREMA STABILISCE 7 CASI DI BIODIVERSITÀ

CINA, CORTE SUPREMA STABILISCE 7 CASI DI BIODIVERSITÀ

33
CONDIVIDI

Sette casi tipici che coinvolgono la fauna selvatica e gli habitat naturali, per dare una guida per le future sentenze dei tribunali in materia e di migliorare la protezione giudiziaria della biodiversità: come riportano Ansa e Xinhua, è questa la sentenza della Suprema corte del Popolo cinese pubblicata oggi. La Corte ha spiegato che i casi rientrano in due categorie principali: la protezione di piante e animali terrestri e acquatici in pericolo e la conservazione degli habitat naturali della fauna selvatica, come foreste, mari e laghi. Secondo Yang Linping, vice presidente della Suprema corte del Popolo cinese, dal 2019, i tribunali cinesi a vari livelli hanno concluso 66.852 casi riguardanti la biodiversità. Yang ha ricordato che i casi riguardavano aree come la tutela della fauna selvatica, la conservazione delle risorse ittiche e forestali e la quarantena di animali e piante e hanno contribuito sotto ogni aspetto alla protezione giudiziaria dell’ecosistema, delle specie selvatiche e della varietà genetica.

(Suprema corte del popolo cinese, foto Rneches pubblicata su Wikipedia)

Commenti

commenti