RAVENNA, SPARA A CANE DOPO AGGRESSIONE: INDAGATO POLIZIOTTO

RAVENNA, SPARA A CANE DOPO AGGRESSIONE: INDAGATO POLIZIOTTO

387
CONDIVIDI

Ha fatto fuoco due volte con l’arma di ordinanza contro due cani di razza Amstaff che sarebbero stati in procinto di aggredire un meticcio che si trovava col proprietario nel cortile di una casa. Come riporta Ansa un poliziotto fuori servizio, della Polfer del compartimento di Firenze, come indicato dai quotidiani locali è ora indagato per uccisione di animale. La pistola gli è stata sequestrata dai carabinieri della locale Stazione in attesa di eventuali accertamenti. La proprietaria degli Amstaff deve invece rispondere di omessa custodia di animali. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, i due Amstaff dopo essere fuggiti dal loro recinto, hanno prima sbranato un cagnolino di razza Pinscher che stava passeggiando per strada con il suo anziano padrone. Quindi uno dei due cani in fuga è penetrato nel cortile di un’abitazione privata dove c’erano un meticcio assieme al suo padrone ottantenne: qui l’Amsfatt – una femmina gravida – è stato infine abbattuto dal poliziotto attirato dalle urla dei testimoni. Secondo quanto finora emerso, l’uomo avrebbe detto a caldo di avere cercato di sparare alle zampe dell’animale. Le carcasse dei due cani – Amstaff e Pinscher – sono state acquisite dalla Procura di Ravenna e portate all’istituto zooprofilattico.

(Amstaff, foto di repertorio)

Commenti

commenti