BRASILE, MALTRATTAMENTO DI BUFALE IN ALLEVAMENTO: ARRESTATO

BRASILE, MALTRATTAMENTO DI BUFALE IN ALLEVAMENTO: ARRESTATO

408
CONDIVIDI
bufale.png

Arrestato il guardiano di una fattoria con l’accusa di maltrattamenti nei confronti di circa mille bufale, trovate visibilmente denutrite e in pessime condizioni di salute: come riporta Ansa è successo in un’azienda agricola Agua Sumida a Brotas, nell’entroterra dello Stato di San Paolo. Il proprietario della masseria, per il quale pure dovevano scattare le manette, su ordine del pubblico ministero statale Euval Chaibnon, non è stato trovato ed è considerato latitante. Quest’ultimo, Luiz Augusto Pinheiro de Souza, nei giorni scorsi parlando ai media locali aveva negato le accuse, sorte dopo le denunce di attivisti per la protezione degli animali. In un’intervista al portale G1, l’uomo ha affermato che il cibo sarebbe scarseggiato a causa della siccità e ha attribuito la perdita di peso all’età avanzata degli animali. “C’è una differenza tra ‘lasciare morire’, come si suol dire, e ‘morire naturalmente’. La maggior parte sono mucche vecchie, che hanno procreato e già prodotto. Non posso ucciderle, mandarle al macello, solo perché sono vecchie. L’animale invecchia e ha difficoltà a muoversi, perde i denti, non riesce ad assorbire tutte le sostanze nutritive e perde peso”, si è difeso Souza.

(Foto di repertorio)

Commenti

commenti