UE, CITTADINI CHIEDONO PIÙ RISPETTO PER NATURA E ANIMALI

UE, CITTADINI CHIEDONO PIÙ RISPETTO PER NATURA E ANIMALI

88
CONDIVIDI

Tassazione contro sprechi e alimenti nocivi e incentivi ed esenzioni per il green e i prodotti sanitari femminili. Favorire gli allevamenti estensivi a discapito di quelli intensivi; migliorare l’accesso economico ai prodotti locali e sostenibili; limitare la pubblicità di prodotti che danneggiano l’ambiente e introdurre una regolamentazione stringente per i prodotti di moda. Sono queste alcune tra le principali raccomandazioni (sono 51 quelle approvate su 64 proposte) volute dai cittadini europei del terzo panel della Conferenza sul futuro dell’Europa riuniti nel weekend a Varsavia. I cittadini chiedono che l’Ue favorisca, anche a colpi di tasse, uno stile di vita più sano e più biologico, che rispetti natura e animali. Chiedono quindi “sussidi per l’agricoltura biologica”, “standard minimi per la qualità del cibo e la tracciabilità degli alimenti”. Hanno votato anche a favore (87,50% delle preferenze) per “un sistema di etichettatura unificato graduato che mostri l’intera impronta ecologica per ogni prodotto disponibile all’interno dell’Ue”.

Commenti

commenti