JUST EAT-DOXA: IL 67% DEGLI ITALIANI HA RIDOTTO IL CONSUMO DI CARNE...

JUST EAT-DOXA: IL 67% DEGLI ITALIANI HA RIDOTTO IL CONSUMO DI CARNE E PESCE

253
CONDIVIDI
fotolia_74485617_xs.jpg

Anche se la maggior parte resta onnivora, sono sempre di più gli italiani che scelgono di ridurre il consumo di proteine animali, soprattutto per limitare gli effetti negativi sulla salute: due italiani su tre (67%) infatti – riporta Askanews – dichiarano di aver ridotto i consumi di carne e pesce, principalmente per motivi di salute (45%), ma anche per un’attenzione al tema della sostenibilità (28%). Non solo: un quinto dice di aver provato in passato una dieta vegana/vegetariana, mentre circa il 14% si dichiara propenso a seguirla nei prossimi 12 mesi. Più in generale, riconosciamo al veganesimo di avere un basso impatto ambientale (57%) e di essere salutare (55%). A descrivere l’atteggiamento degli italiani rispetto al fenomeno vegano e vegetariano è una ricerca condotta da Just Eat, app per le ordinazioni online di cibo a domicilio, in collaborazione con BVA Doxa.

La scelta di consumare piatti vegan a casa riguarda quasi un italiano su due. Non manca anche la sperimentazione fuori casa, con il 28% degli italiani che ha ordinato piatti vegani al ristorante, e il 19% che ha cenato in ristoranti specializzati in cucina vegana. Il 39% ha invece acquistato spesso prodotti vegani al supermercato, grazie anche all’ascesa dei sostituti della carne, che 9 italiani su 10 dichiarano di conoscere, o di aver provato/acquistato (20%). La scelta di questi prodotti è motivata dal loro elevato contenuto di verdure (42%) mentre tra chi non li
ha mai provati (80%) circa la metà (46%) si dichiara molto/abbastanza favorevole all’acquisto. I piatti vegani si sono rivelati molto popolari su Just Eat nel 2021, come svelato dalla quinta edizione della Mappa del cibo a domicilio in Italia, che ha registrato un trend in crescita della cucina vegana con un incremento del +67%. In particolare, crescono nel 2021 le versioni vegane di poke (9.300kg, +138%), sushi (3.200kg, +78%), hamburger (31.000 kg, +59%), pizza (22.800kg, +43%), e insalate (3.600kg, +20%). Tra le città più attive nel food delivery di cucina vegana, troviamo al primo posto Roma, seguita da Bologna e Milano. La cucina vegana era inoltre tra le cucine più in crescita nel 2021 a Firenze e Roma.

(Foto di repertorio)

Commenti

commenti