L’AQUILA, SALVATO DAI CARABINIERI CUCCIOLO DI PASTORE ABRUZZESE

L’AQUILA, SALVATO DAI CARABINIERI CUCCIOLO DI PASTORE ABRUZZESE

456
CONDIVIDI

Lo hanno trovato malnutrito e spaventato e se ne sono presi cura per ben due mesi: protagonista un pastore abruzzese femmina trovato dai carabinieri del Parco Maiella in località San Germano di Pacentro (L’Aquila), a circa 1200 metri di quota. All’animale è stato dato il nome Germana e, dopo tante cure da parte dell’appuntato Marcantonio, ha finalmente ripreso le forze dando confidenza al militare. Ora si è in attesa della sua adozione. L’abbandono di animali domestici, hanno spiegato dai carabinieri forestali, oltre ad essere un reato punito dall’arresto (fino a 1 anno) o con l’ammenda (da 1.000 a 10.000 euro), è particolarmente odioso quando effettuato senza dare possibilità alcuna di sopravvivenza, come in questo caso. La cucciola non sarebbe certo resistita alla severità del clima e alle aggressioni della fauna selvatica.

(Pastore abruzzese, foto di Fantilyre da Wikipedia)

Commenti

commenti