CLIMA: TEMPERATURE ANOMALE “INGANNANO” LE COLTIVAZIONI

CLIMA: TEMPERATURE ANOMALE “INGANNANO” LE COLTIVAZIONI

391
CONDIVIDI
agricoltura.jpg

Un inverno mite, senza pioggia ha mandato letteralmente la natura in tilt, facendo fiorire alberi e prati fuori stagione e seccando laghi e fiumi. Una stagione che – riporta Dire – sta provocando un crescente allarme per le coltivazioni soprattutto nel Nord Italia dove non piove da 2 mesi ed il vento caldo alimenta il rischio incendi. Questo quanto emerge dal monitoraggio della Coldiretti sugli effetti di un meteo pazzo dopo un 2021 bollente che si è classificato al decimo posto dei più caldo dal 1800 facendo segnare una temperatura superiore di ben 0,71 gradi rispetto alla media storica, secondo l’analisi Coldiretti sulla base dei dati Isac Cnr nell’anno solare. Da nord a sud – sottolinea la Coldiretti – sbocciano le gemme sugli alberi e fioriscono le primule nei prati come i mandorli e le mimose mentre nella pianura padana le coltivazioni seminate in autunno come orzo, frumento e loietto iniziano ora la fase di accrescimento che rischia di essere compromessa dalla siccità.

Commenti

commenti