PALERMO, CORSE CLANDESTINE DI CAVALLI: DENUNCIATO IL SECONDO FANTINO

PALERMO, CORSE CLANDESTINE DI CAVALLI: DENUNCIATO IL SECONDO FANTINO

476
CONDIVIDI

Maltrattamento di animali e competizioni non autorizzate fra cavalli: con queste accuse è stato identificato e deferito alla procura del tribunale di Palermo il secondo fantino che ha preso parte, nella mattinata di domenica 13 febbraio, alla corsa clandestina che ha visto protagonisti due cavalli che si sono sfidati ad altissima velocità nell’area industriale del quartiere Brancaccio di Palermo, ‘scortati’ da un carosello di decine di ragazzi a bordo di moto e scooter (il relativo video che è divenuto virale sui social network). Come riporta Nova i carabinieri della Compagnia di Piazza Verdi e del Nucleo Cites del centro anticrimine natura di Palermo, all’esito di un’attività info-investigativa, hanno anche rinvenuto all’interno di una stalla abusiva e sconosciuta all’Autorità sanitaria, situata in zona Ciaculli, uno dei cavalli ritenuti esser stati utilizzati per la gara clandestina. L’animale, che si è rivelato essere sprovvisto di micro chip identificativo, è stato sottoposto a sequestro sanitario. Il responsabile della stalla dovrà rispondere di numerose violazioni amministrative per un valore complessivo di diverse migliaia di euro.

(Foto di repertorio)

Commenti

commenti