NAPOLI, MATRIMONIALISTA CHIEDE LEGGE PER AFFIDAMENTO DEGLI ANIMALI

NAPOLI, MATRIMONIALISTA CHIEDE LEGGE PER AFFIDAMENTO DEGLI ANIMALI

125
CONDIVIDI
divorzio.png

Marito e moglie decidono di separarsi e a farne le spese e’ il povero Fido: a denunciarlo e’ l’avvocato matrimonialista casertana Carmen Posillipo la quale, sta registrando un crescente numero di casi in cui, quando arriva il momento di dirsi addio, nessuno dei coniugi vuole prendersi cura dell’animale domestico di famiglia. Nell’ultimo dei casi che le e’ capitato, fa sapere la matrimonialista, marito e moglie in procinto di diventare ex erano praticamente d’accordo su tutto. Pomo della discordia e causa dell’impasse che tuttora persiste, e’ stato proprio l’affidamento del cagnolino. Ed e’ per questo motivo che il legale lancia un appello alla politica: “L’ordinamento italiano si doti di una legge che regolamenti l’affidamento del cane in caso di divorzio”. “Una legge – spiega l’avvocato Posillipo – che preveda l’affidamento dell’animale domestico al coniuge che gli puo’ garantire un maggiore benessere, senza considerare il regime patrimoniale e i documenti anagrafici del cane”. In questo modo, sostiene il legale, “per poter prendere una decisione, ovviamente, il giudice dovra’ sentire coniugi, conviventi, figli e, se necessario, anche esperti di comportamento animale prima di decidere a chi assegnare l’animale domestico”. “Non ho dati che mi possano far avvalorare l’ipotesi che – conclude Posillipo – alla fine questi poveri animali finiscano per essere abbandonati, ma, al momento, non mi sento di escludere il rischio che possa accadere”.
Nel senso indicato esistono già no solo parecchie sentenze, ma anche proposte di legge. Comel’AC16 a frima dell’on. Michela Vittoria BRambilla. Basterebbe un po’ di buona volontà da parte del Parlamento per risolvere il problema.

Commenti

commenti