UCCISIONE KJ2: ASSOLTI IL PRESIDENTE ROSSI E UN DIRIGENTE DELLA PROVINCIA

UCCISIONE KJ2: ASSOLTI IL PRESIDENTE ROSSI E UN DIRIGENTE DELLA PROVINCIA

383
CONDIVIDI

Assolti perché il fatto non sussiste. A distanza di cinque anni è arrivata la sentenza del Tribunale di Trento: i due imputati per uccisione di animale – il Presidente della Provincia Ugo Rossi e il dirigente del servizio foreste e fauna Maurizio Zanin – sono stati giudicati non colpevoli perché “il fatto non sussisste”.

A deciderlo è stato il giudice Marco Tamburrino che ha assolto i due imputati che non sono stati giudicati colpevoli dell’uccisione dell’orsa KJ2 avvenuta nel 2017.

“La sentenza non ci sorprende – dichiara Massimo Vitturi, responsabile LAV Animali Selvatici – in aula si è sempre respirato un clima di velato ostracismo nei confronti delle tesi esposte dalla LAV, al punto che nell’udienza di settembre scorso il Giudice ha impedito al nostro avvocato Massimiliano Canè, di porre alcune contestazioni circa le dichiarazioni rilasciate da un teste della difesa che sembravano mettere in dubbio la ricostruzione di una delle due persone aggredite dall’orsa”.

“Attendiamo il deposito delle motivazioni della sentenza e come parte civile valuteremo l’eventuale sussistenza di presupposti per proseguire con la nostra azione”, dichiara il presidente dell’Oipa, Massimo Comparotto. “L’orso è animale tutelato a livello europeo e continuiamo a sostenere che la questione della serena convivenza dei grandi carnivori con cittadini e turisti, in Trentino come ovunque, va affrontata approntando strumenti di prevenzione e una corretta informazione a escursionisti e residenti”.

(Foto Oipa)

Commenti

commenti