TRAPANI, GETTO’ IN MARE IL CANE LEGATO AD UNA PIETRA: CONDANNATO

TRAPANI, GETTO’ IN MARE IL CANE LEGATO AD UNA PIETRA: CONDANNATO

530
CONDIVIDI

Il Tribunale di Trapani ha condannato per maltrattamento di animali a 5 mesi di reclusione e al pagamento delle spese processuali e al risarcimento delle parti civili un uomo che il 14 luglio 2018 a Custonaci, in provincia di Trapani, gettò la propria cagnetta in mare legandola ad un grande pietra per poi allontanarsi. Mia, questo il nome della cagnolina, riuscì incredibilmente a salvarsi grazie ai tanti bagnanti che si impegnarono a soccorrerla ed è poi stata adottata e ha iniziato una nuova vita. L’Ente Nazionale Protezione animali si era costituito parte civile attraverso l’avvocato Enpa, Claudia Ricci, e l’avvocato Giuseppe Inzerillo, riferimento della Rete Legale Enpa per Trapani.

Commenti

commenti