IL CRAS “STELLA DEL NORD”, NURSERY DI CAPRIOLINI E CERBIATTI

IL CRAS “STELLA DEL NORD”, NURSERY DI CAPRIOLINI E CERBIATTI

372
CONDIVIDI

Il CRAS “Stella del Nord” della Lega italiana per la Difesa degli Animali e dell’Ambiente è la casa-rifugio di tutti gli animali selvatici in difficoltà, ma soprattutto è una struttura specializzata nella cura e nel soccorso degli ungulati, come i tanti cervidi che popolano i nostri boschi e spesso finiscono nei guai per colpa degli uomini. L’on. Michela Vittoria Brambilla, presidente della LEIDAA, invita gli italiani a “difendere” gli animali selvatici, “animali di nessuno”, troppo spesso “vittime dell’indifferenza o dell’ignoranza”.

I cervidi adulti sono curati e rimessi in libertà, i piccoli abbandonati dalle madri sono accuditi dai volontari, che riconoscono come propri “genitori”, finché non sono in grado di cavarsela da soli nel proprio ambiente naturale. Alla prima categoria appartiene, ad esempio, il capriolo Enny, trovato con le corna impigliate nella rete di un giardino e stremato dalla lunga lotta per liberarsi. Per la “nursery”, invece, sono passati tanti cuccioli, tra i quali il cerbiatto Bambi, arrivato con una frattura e subito operato, la capriolina Trixie, incapace di seguire la mamma a causa di una zampa rotta, e Barney un altro piccolo di capriolo rimasto orfano. I volontari della Lega Italiana Difesa Animali e Ambiente se ne prendono cura con grande impegno, li allevano con biberon di latte speciale ogni due o tre ore e cercano di garantirgli socializzazione tra loro e movimento in piena sicurezza nelle strutture del Cras. Enny è già nel bosco, gli altri dovranno attendere la prossima primavera per tornare selvatici. “Non toccate i piccoli di cervo e capriolo che trovate nell’erba – ricorda l’on. Brambilla – altrimenti la madre non se ne curerà più. Se il prendete in braccio, ne fate degli orfani, E’ invece probabile che la madre sia nei paraggi, pronta ad accudire ancora il proprio cucciolo. Se sono feriti, avvertite la polizia provinciale e lasciate fare agli esperti”.

L’on. Brambilla definisce “scandalosi” i cosiddetti “piani di contenimento” degli ungulati, “non si puo sparare a queste creature meravigliose per divertimento”. “La nostra Lega italiana per la difesa degli animali e dell’ambiente – spiega – ha iniziato una vera e propria battaglia a tutela di tutti gli animali selvatici. Hanno bisogno di noi. Dovrebbero essere gli animali di tutti, ma sono gli animali di nessuno, trattati come tali. Perciò invito gli italiani a difenderli, a maggior ragione ora che, grazie al nostro impegno, in Costituzione è stato inserito il principio di tutela dell’ambiente, degli ecosistemi, della biodiversità e degli animali, tutti. Quelli selvatici sono vittime dell’ignoranza e dell’indifferenza, quando non sono apertamente perseguitati. Noi della Lega Italiana per la Difesa degli Animali e dell’Ambiente li difenderemo ad ogni costo, so di poter contare su di voi!”. Per sostenere l’attivitá del Cras Stella del nord trovate tutte le info sul sito www.leidaa.it e www.crasstelladelnord.it.

Link per scaricare il video: https://drive.google.com/file/d/1MDz6p9IpJoQhpUW8vvXA6mB6ICkKeJA/view?usp=sharing

Commenti

commenti