ANIMALI ESOTICI, “GIRO DI VITE” DEL GOVERNO IN APPLICAZIONE DELLE NORME UE

ANIMALI ESOTICI, “GIRO DI VITE” DEL GOVERNO IN APPLICAZIONE DELLE NORME UE

177
CONDIVIDI

Maggiore tutela degli animali e della salute pubblica, prevenzione di epidemie, alt all’importazione di pipistrelli, detenzione di ragni velenosi e riproduzione di tigri e leoni e altri animali esotici in Italia. Ieri il Governo ha approvato due Decreti Legislativi, che introducono numerose novità positive per gli animali esotici e selvatici, commercializzati e detenuti in cattività nelle case degli italiani. Sono “Disposizioni di attuazione del Regolamento (UE) 2016/429 in materia di commercio, importazione, conservazione di animali della fauna selvatica ed esotica e formazione per operatori e professionisti degli animali, e d’introduzione di norme penali sul commercio illegale di specie protette.

Il Regolamento (UE) 2016/249, oltre alla gestione delle malattie degli animali allevati a fini zootecnici, si riferisce anche a tutti gli animali terrestri, compresi gli animali da compagnia, selvatici ed esotici tenuti in cattività, potenzialmente in grado di diffondere malattie animali e zoonotiche e la sua attuazione in Italia significherà, oltre a una maggiore tutela della salute pubblica, la difesa della vita e del benessere di animali non certo destinati a vivere in casa e che soffrono una cattività spesso portata ai limiti estremi.

L’Italia è il quinto Paese europeo ad aver recepito le nuove disposizioni europee. Prima l’hanno fatto Belgio, Cipro, Lussemburgo e Olanda.

Commenti

commenti