AMBIENTE, ENEA: ITALIA PUÒ CENTRARE OBIETTIVI 2030 SU INQUINANTI

AMBIENTE, ENEA: ITALIA PUÒ CENTRARE OBIETTIVI 2030 SU INQUINANTI

70
CONDIVIDI
inquinamento.jpg

“L’Italia è avviata a centrare gli obiettivi al 2030 di riduzione delle emissioni dei principali inquinanti atmosferici, con benefici in termini di salute (-50% di decessi rispetto al 2010) ed economici (33 miliardi di euro risparmiati rispetto allo stesso anno)”. È quanto emerge da uno studio Enea (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile) pubblicato sulla rivista scientifica Atmosphere, che ha valutato l’efficacia delle politiche e delle misure per la qualità dell’aria, introdotte dall’attuale Programma nazionale di controllo dell’inquinamento atmosferico del ministero della Transizione ecologica. A dare notizia dello studio è Enea. “Entro il prossimo decennio con le misure previste dal Piano, il nostro Paese potrà centrare gli obiettivi di riduzione delle emissioni stabiliti dall’Unione europea per biossido di zolfo (-80% contro un target Ue del 71%), ossidi di azoto (-70%, target Ue 65%), PM2.5 (-42%, target Ue 40%), Composti Organici Volatili Non Metanici (-50% target Ue 46%) e ammoniaca (-17% target Ue 16%)”, spiega Enea.

(Foto di repertorio)

Commenti

commenti