PORDENONE, SPEZZATINO D’ORSO AL RISTORANTE. ON. BRAMBILLA: “IMMORALE”

PORDENONE, SPEZZATINO D’ORSO AL RISTORANTE. ON. BRAMBILLA: “IMMORALE”

306
CONDIVIDI

Spezzatino d’orso con polenta: è il piatto servito in un ristorante di Pordenone, a 19 euro, come riferisce “Il Gazzettino”. Apparentemente tutto legale, perché il consumo di carne di orso è consentito se la carne proviene da un Paese dove l’abbattimento è lecito. In questo caso la Slovenia, dove per il 2022 le autorità hanno deciso di uccidere circa 200 orsi. Ma “legale” non vuol dire sempre “eticamente accettabile”: “Anche se fossero in regola – dichiara l’on. Michela Vittoria Brambilla al “Corriere” – è aberrante. L’orso è in via di estinzione, pensare di dare via libera agli abbattimenti èconcettualmente sbagliato e fa passare il principio che non sia possibile convivere con gli orsi. La convivenza è possibile ma va protetta e si devetrovare un equilibrio tra popolazione e specie protette, come è stato dimostrato in Abruzzo», prosegue la deputata. «Importare la carne di orsiuccisi in Slovenia è un reato morale contro la natura che io condanno decisamente. Gli italiani amano gli animali e non credo alla loro voglia dimangiare gli orsi”.

Commenti

commenti