PESTE SUINA, LA CONFEDERAZIONE AGRICOLTORI INVOCA… IL GENERALE FIGLIUOLO

PESTE SUINA, LA CONFEDERAZIONE AGRICOLTORI INVOCA… IL GENERALE FIGLIUOLO

116
CONDIVIDI

“La peste suina tra i cinghiali è un’emergenza nazionale, tutti hanno paura per la suinicultura nazionale. Ci vuole l’esercito per abbattere i cinghiali e chiediamo che ci sia un commissario straordinario alla Figliuolo, con pieni poteri, per intervenire sul tema della fauna selvatica fuori controllo”. Lo chiede il responsabile nazionale della Confederazione italiana agricoltori (Cia) per la fauna selvatica, presidente di Cia Piemonte e Valle d’Aosta Gabriele Carenini, in una conferenza stampa a Genova a un anno dal primo caso accertato di peste suina africana a Ovada (Alessandria) il 7 gennaio 2022. La zona rossa di diffusione del virus comprende parte dei territori delle province di Alessandria, Savona e Genova. “Siamo nel pantano e il problema resta irrisolto”, sintetizza. “I nuovi casi di peste suina a Savona e in Piemonte dimostrano che non c’è mai stata grande attenzione sul problema. – denuncia Carenini – In Piemonte nella zona del cuneese abbiamo un milione e 800 mila suini a rischio, abbiamo abbattuto circa 8 mila maiali sani e ci sono ancora i cinghiali che scorrazzano ovunque”.

Commenti

commenti