TEMPIO PAUSANIA, CAVALLI MORTI SULLA NAVE: 4 RINVII A GIUDIZIO

TEMPIO PAUSANIA, CAVALLI MORTI SULLA NAVE: 4 RINVII A GIUDIZIO

151
CONDIVIDI

La Procura della Repubblica di Tempio Pausania ha chiesto il rinvio a giudizio dei quattro imputati, accusati di essere responsabili della morte dei cavalli che erano stati caricati a bordo della nave Moby Aki la notte del 13 luglio 2020 nel viaggio da Civitavecchia ad Olbia. Gli animali, di proprietà di una scuderia di Roma, morirono, secondo i risultati di una perizia veterinaria disposta dalla Procura, per un colpo di calore nel garage della nave, durante la traversata. Gli imputati sono il comandante del traghetto Antonio Scotto Di Cicariello, il primo ufficiale di coperta Francesco Lo Nostro, l’allievo ufficiale di coperta Ernesto Prudente e l’autista del camion incaricato del trasporto dei cavalli, Maurizio Conti. Gli avvocati difensori dei due ufficiali hanno chiesto l’oblazione per il reato di maltrattamento di animali e il Gup Marco Contu si pronuncerà nella prossima udienza fissata per il 4 maggio.

Commenti

commenti