VARSAVIA, CONTRO IL RANDAGISMO UNA “FINESTRA PER LA VITA”

VARSAVIA, CONTRO IL RANDAGISMO UNA “FINESTRA PER LA VITA”

78
CONDIVIDI

A Varsavia è stata aperta la prima “finestra per la vita” destinata in Polonia agli animali. A questo “sportello”, gestito da un’organizzazione benefica, è possibile affidare gli animali indesiderati o che i padroni non sono più in grado di tenere: cani e gatti, ma anche, per esempio, criceti. Lo riferisce la radio russa “Vesti FM”.
Scopo dell’operazione è convincere gli abitanti della capitale che dare in affido i propri ex beniamini è molto più umano che abbandonarli nel bosco o per strada. Di particolare stimolo – ammette Mateusz Yanda, responsabile della sezione “Masovietzky” dell’associazione – è stato l’inverno straordinariamente rigido, che ha mostrato quanto possono essere crudeli gli esseri umani verso i loro “fratelli minori”.
“La nostra finestra – racconta Yanda – è una casetta di legno riscaldata e dotata di uno speciale apparato di segnalazione. L’apparecchio informa immediatamente il personale di turno che vi è stato depositato un animale indesiderato e i nostri volontari se ne prendono cura in attesa che trovi un nuovo padrone. Sono stati predisposti 90 box”.
Ancor prima dell’apertura della finestra n.1, davanti all’edificio dove ha sede l’associazione, sono arrivati ai volontari i primi animali in cerca di nuovo padrone. L’iniziativa di Varsavia sarà presto imitata da altre città polacche.
Com’è noto Polonia e Ucraina, dove la piaga del randagismo è molto diffusa, ospiteranno i prossimi campionati europei di calcio.

Commenti

commenti