FUCECCHIO, APPELLO PER IL CANE CIECO: “DEVO SALVARGLI LA VITA”

FUCECCHIO, APPELLO PER IL CANE CIECO: “DEVO SALVARGLI LA VITA”

78
CONDIVIDI
povera cagnolina.jpg

Un bastardino di 11 anni rischia l’abbattimento

Spesso è il cane ad accompagnare il padrone cieco, se addestrato a farlo. Ma quello che sta succedendo Fucecchio, nel fiorentino, ribalta l’ordine degli addendi. Nella cittadina toscana vive un bastardino di 11 anni che, dopo essere vissuto circondato dall’affetto di una famiglia che vive nel centro storico, ha perso la vista forse per ferite causate da uno scontro con altri animali. Poco importa il motivo, a questo punto. Il problema è che questo cane di 8 chili e col pelo lungo, molto intelligente e dolce, sopravvive solo grazie all’affetto della sua proprietaria, Angela Ippedico. La donna, appena si è resa conto delle sue condizioni, lo ha portato da più di un veterinario, come racconta il quotidiano “La Nazione”. Ma ha ricevuto sempre la stessa risposta: non ci sono cure farmacologiche per fargli riacquistare la vista.
L’unico tentativo possibile sarebbe soltanto l’intervento chirurgico in un centro specializzato, magari universitario. L’alternativa? L’abbattimento: una scelta più che dolorosa. Ma Angela Ippedico vuole troppo bene al suo cane: “L’idea di farlo sopprimere è intollerabile – spiega – ma è anche quasi impossibile continuare così. Sinceramente, non so a chi rivolgermi, anche perché le mie condizioni economiche non mi consentono di andare oltre. C’è un’associazione o qualche animalista che siano disposti ad aiutarmi? Si tratterebbe di un gesto di solidarietà, di civismo oltre che di amore per gli animali”.
Il numero di telefono della proprietaria del cane è 328-4888251. Per prendere contatto con lei, esaminare il caso, valutare le possibilità di un’operazione chirurgica, basta poco tempo. E, soprattutto, un amore sconfinato per uno dei migliori amici dell’uomo.

Commenti

commenti