GORIZIA, VIA ALLA TRE GIORNI DEL FESTIVAL VEGETARIANO: "RISPETTIAMO GLI ANIMALI"

GORIZIA, VIA ALLA TRE GIORNI DEL FESTIVAL VEGETARIANO: "RISPETTIAMO GLI ANIMALI"

80
CONDIVIDI

Gorizia vegetariana. Al via oggi il Festival dedicato al mondo “veg”, un evento dal cuore green che fa cultura sulla protezione e sul rispetto dei diritti di tutti gli esseri viventi, con un focus sull’alimentazione. Ma si discuterà anche della possibilità di uno sviluppo sostenibile e di una crescita economica etica.
La manifestazione, divenuta nel panorama nazionale il principale appuntamento dedicato al vegetarismo, inteso come scelta alimentare ma anche come approccio culturale, si svolgerà fino a domenica 1° settembre come sempre nel centro storico della città, con il cuore in Piazza della Vittoria. Promosso dall’azienda goriziana Biolab, produttrice di specialità vegetariane, da questa quarta edizione il Festival è organizzato dalla neonata associazione Eventgreen e gode del patrocinio del ministero dell’Ambiente.
Secondo i dati del Rapporto 2012 dell’Eurispes, presentati lo scorso febbraio, il 6% degli italiani ha fatto la scelta di diventare vegetariano (4,9%) o vegano (1,1%). Un numero in crescita esponenziale, se si pensa che questa percentuale è aumentata di due punti in un solo anno. La scelta “veg”, quindi, riguarda un numero sempre più ampio di persone, che al Festival Vegetariano troveranno occasioni per approfondire questi temi a 360 gradi: dagli aspetti salutistici e gastronomici a quelli legati al rispetto degli animali e all’antispecismo (ossia al rifiuto della discriminazione basata sulla specie), ma ampio spazio sarà dedicato pure ad esperienze di lavoro “green” e al biologico.
La tre giorni prevede, infatt, incontri, showcooking, laboratori per i bambini, mostre, rassegne cinematografiche e l’immancabile ristorazione vegetariana. Tra gli ospiti, il divulgatore scientifico Mario Tozzi, i conduttori radiofonici Massimo Cirri e Francesca Cheyenne, il poliedrico Jacopo Fo, il giornalista Pietro Del Re, il comico Diego Parassole, lo showman Don Pasta, l’esperta di social network Domitilla Ferrari, oltre a medici, attivisti e scrittori.
Novità di questa edizione? I corsi di cucina – a pagamento e su prenotazione on line – affidati agli chef Cristiano Bonolo di Vegolosi.it, magazine on line di cucina vegetariana e vegana, e a Simone Salvini, fondatore di Organic Academy nonché storico chef del Joia di Milano, primo ristorante vegetariano in Europa ad aver ottenuto una stella Michelin.
E ritorna poi la Veg-Bag: una borsa della spesa in cotone 100% bio ricolma dei migliori prodotti biologici, acquistabile nei giorni del Festival (e prenotabile sul sito) ad un prezzo molto vantaggioso, grazie alla collaborazione con le rete di negozi biologici Cuorebio e NaturaSì.
Oltre alla folta presenza di espositori nelle vie del centro, molto ricco inoltre il programma di eventi collaterali: oltre ai Workshop Kids per i più piccoli, torna la rassegna cinematografica No Impact Cinema, centrata quest’anno sulla salvaguardia dell’ambiente e della biodiversità (in collaborazione con Mediteca.GO “Ugo Casiraghi”, Cineclub, Kinemax, e Laboratorio Regionale di Educazione Ambientale di Arpa Fvg).
Tre7 architettura di Trieste, BensaPM e Comune di Gorizia daranno vita, invece, a “Super! Mercato”, che restituirà al prestigioso edificio che ospita il mercato ortofrutticolo (in via Boccaccio, angolo corso Verdi) la sua vocazione di luogo di incontro, con mostre, assaggi, incontri con gli ospiti del Festival, zona lettura, video-ricette vegetariane e anche la mostra di Art Nose Painting di Kowalsky, il bellissimo esemplare di cane leonberger, fedele compagno di Romeo Toffanetti, mitico illustratore di Nathan Never.
La kermesse “veg” dedicherà poi la giornata di domenica al tema del rapporto fra uomini e animali, con incontri, dibattiti e il racconto del progetto Sidecar Smilla, contro l’abbandono degli animali, narrato dai suoi protagonisti: la meticcia Smilla e il suo amico “umano”, Paolo Susana, che stanno vistando rifugi per animali in tutta Italia per documentare l’attività di tanti volontari. Il Festival Vegetariano, che ha sostenuto dall’inizio l’iniziativa, sarà l’ultima tappa del viaggio: Smilla, Paolo e il sidecar Ronzinante saranno ospiti del Festival il 1° settembre alle 19.
Negli stessi giorni della manifestazione, ancora, a Gorizia si tiene il 43° Festival mondiale del folklore, un evento di lunghissima tradizione che costruisce ponti fra i popoli, una filosofia che il Festival Vegetariano sposa ospitando domenica mattina il concerto della banda e majorette di Santa Maria Nuova (Ancona).
Questa quarta edizione della manifestazione ha ottenuto il patrocinio di diversi enti: dalla Camera di Commercio alla Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia, che sostengono la manifestazione, dall’Azienda provinciale trasporti alla Provincia, dal Comune ad Ambiente Newco. Grazie a quest’ultima, infine, verrà posta particolare attenzione a proposito della raccolta differenziata dei rifiuti, mentre la sinergia con Apt consentirà di raggiungere i luoghi del Festival grazie a bus-navetta gratuiti (dal Park Casa Rossa a via Roma e ritorno). Per chi arriva da lontano, è possibile condividere il viaggio in auto grazie al sito Carpooling.it.
Tutte le info e gli aggiornamenti su www.festivalvegetariano.it e www.facebook.com/festivalvegetariano.

Commenti

commenti