DIFENDIAMO I NOSTRI AMICI: NEL MONDO LA GIORNATA DEI DIRITTI DEGLI ANIMALI

DIFENDIAMO I NOSTRI AMICI: NEL MONDO LA GIORNATA DEI DIRITTI DEGLI ANIMALI

133
CONDIVIDI
uomo-cane.png

Un giorno per ricordare che anche gli animali godono di diritti come quelli umani sanciti nel 1948 dal’Assemblea dell’Onu. Oggi si celebra la “Giornata internazionale dei diritti” degli amici a quattro zampe e non solo. Un appuntamento diventato dal 1997, grazie ad un’idea dell’associazione inglese Uncaged, l’occasione per sottolineare al cospetto della società civile che la libertà, il rispetto e la giustizia sono valori fondamentali. Senza distinzioni di specie.
Tante le iniziative in tutto il mondo. E anche in Italia vi sono molte iniziative per parlare “delle vittime dell’indifferenza”, scrivono le associazioni a difesa degli animali. Sotto i riflettori ancora gli allevamenti, i laboratori, lo sfruttamento: perché la geografia dei maltrattamenti non conosce confini, nonostante le campagne di sensibilizzazione. 
Molti gli eventi fissati per oggi, 10 dicembre. Alle 10.30, a Roma, negli “Horti sallustiani”, piazza Sallustio 21, l’iniziativa di Michela Vittoria Brambilla dal titolo “E’ Natale, arriva un regalo per tutti i randagi ospitati nei canili e gattili del nostro Paese!”. La presidente della Leidaa (Lega italiana per la difesa degli animali e dell’ambiente) avrà il piacere di consegnare direttamente ai canili italiani più in difficoltà, che gestiscono migliaia tra cani e gatti trovatelli, i fondi raccolti, grazie agli sms solidali di tante persone sensibili, con l’ultima iniziativa contro l’abbandono. 
L’on. Brambilla, parlamentare da sempre impegnata nella difesa degli animali, sarà ospite all Palazzo Ghilini di Alessandria dei volontari del gruppo animalista EticoEtica, del presidente del Consiglio provinciale Giovanni Barosini e dell’avvocato Gianluca Scagliotti, presidente del Collegio dei probiviri Lega nazionale per la difesa del cane. Per l’occasione l’onorevole presenterà al pubblico il suo libro “Manifesto animalista. Difendiamo i loro diritti”, in cui si raccontano importanti e commoventi storie personali, si affrontano le diverse tematiche animaliste e, allo stesso tempo, viene tracciata la storia dell’animalismo con i cambiamenti avvenuti negli ultimi anni, culminati nella chiusura di Green Hill.
Anche il Nuovo Cinema Aquila, via L’Aquila 66, a Roma celebra oggi la “Giornata internazionale dei diritti degli animali” con un evento speciale e la proiezione in anteprima nazionale del corto “Chi è la Bestia?”, tratto dall’omonimo romanzo di Vittorio Rombolà (Casa Editrice Pagine, 2008), sul fenomeno della “lotta clandestina fra cani”. Durante l’evento, ad ingresso gratuito, al via alle ore 20, si prevede una raccolta di alimenti per cani e gatti che saranno consegnati ai volontari dell’associazione “I Gatti della Piramide” e al Rifugio San Francesco. La donazione di una confezione di cibo sarà il solo “prezzo” da corrispondere, all’ingresso del cinema, per poter assistere all’avvenimento e, pertanto, alla proiezione del film. A tutti i partecipanti sarà donato poi il cd “Il Gattone di Città”, testo e musica di Danilo Bughetti, con la voce narrante di Pino Insegno e la partecipazione di musicisti di fama internazionale. Presenti in sala l’intero cast del corto, per la regia di Aiman Sadek, che al termine della proiezione presenzierà al dibattito sulle tematiche legate al maltrattamento e all’abbandono degli animali.
Ma già nel week-end sono stati numerosi gli appuntamenti per la giornata internazionale dei diritti degli animali: a Milano, Bologna, Perugia presidi ad hoc. Nella capitale iniziativa a Piazza del Popolo. La Lega nazionale per la difesa del cane ha lanciato la campagna “Il diritto di vivere”, finalizzata non soltanto a sensibilizzare, ma anche ad agire in maniera reale contro la piaga dei canili-lager, con una presenza di tavoli informativi nelle piazze delle maggiori città italiane. E prenderà poi il via la raccolta firme per chiedere ai presidenti del Senato e della Camera, ai ministri della Salute, Beatrice Lorenzin, e dell’Ambiente, Andrea Orlando, una effettiva e rigorosa applicazione delle normative vigenti per una reale tutela degli animali e dei loro diritti. La Lav sul sito cambiamenu.it anticipa ad oggi, intanto, il pranzo veg natalizio con le ricette di uno chef d’eccezione come Simone Salvini. Dai paccheri con ragù di soia al seitan al sesamo, chiudendo con i tartufi al cioccolato: tanti piatti che fanno bene alla salute e, soprattutto, non fanno male agli animali. Perché i loro diritti vanno difesi anche a tavola.
Ma, tra le campagne di sensibilizzazione, non vanno dimenticate quelle che da 25 anni porta avanti attraverso i libri anche la casa editrice Sonda, impegnata sul fronte “cruelty free” a tavola e dintorni. Numerose le pubblicazioni come “Il maiale non fa la rivoluzione”, il saggio di Leonardo Caffo, un contributo innovativo al dibattito sull’antispecismo. Un punto di riferimento resta la Vegagenda con tutti gli appuntamenti per i vegani e gli animalisti. Ma c’è ancora molto da fare. “C’è da impedire che vengano uccisi e mangiati 50 miliardi di animali all’anno. Solo a pensarlo c’è già da ammutolire – dice Antonio Monaco, editore Sonda -. Dal punto di vista culturale c’è da toccare menti e cuori in un unico atteggiamento che faccia percepire la relazione con ogni animale come unica e intersoggettiva. Basta riconoscere l’unicità di ogni animale, basta dargli un nome, basta sentire che è un essere vivente quando si incontra il suo sguardo: per cominciare a rispettarlo”.

Commenti

commenti