ECCO LA RIVOLUZIONE MESSICANA: ARRIVANO LE SCARPE ECOLOGICHE

ECCO LA RIVOLUZIONE MESSICANA: ARRIVANO LE SCARPE ECOLOGICHE

75
CONDIVIDI

Così il Paese potrà inziare a competere con la Cina

Nel processo di produzione di un paio di scarpe si usano, in media, dai 25 ai 30 elementi diversi, alcuni con un alto impatto ambientale. Per ridurre questo inquinamento, il Centro de innovacion y asistencia en tecnologias competitivas (Ciatec) del Messico ha proposto un sistema che permette di creare calzature rispettose dell’ambiente. Per realizzarle basta seguire soltanto alcune regole.
“L’industria delle scarpe deve recuperare un’identità ecologica, troppo spesso liquidata in nome dell’originalità e delle mode”, ha scritto in una nota Gustavo Diaz Alvarado, responsabile del progetto. “Si parte dal ricorso a strategie di eco-design. Un esempio? Creando una calzatura che già nelle materie prime abbia un basso carico ambientale. I componenti sintetici utilizzati nella produzione della suola sono pesantemente inquinanti e non raramente sono combinati tra loro al punto di non poter essere più scissi durante la fase di trattamento rifiuti. Una industria ‘eco-friendly’, invece, deve seguire piccoli ma importanti passi per diminuire il suo impatto ambientale senza nulla togliere all’estetica o alle tendenze”.
La proposta del Ciatec, membro del Sistema dei centri pubblici di ricerca Conacyt, suggerisce non solo di limitare l’uso di materiali sintetici e l’abuso della plastica, ma anche il ricorso ai supporti naturali e lo sforzo per ridurre al minimo indispensabile il numero di operazioni in produzione per far crollare lo spreco di risorse energetiche. “Se le aziende del settore rispetteranno queste regole, il Messico potrà competere – ha commentato Diaz Alvarado – con i Paesi grandi produttori di massa, come Cina, Brasile e India”.

Commenti

commenti