CATANIA, LANCIA CUCCIOLO DI CANE OLTRE RECINZIONE DELLA CASERMA

poverino.jpg

Per liberarsi di un cucciolo di cane, lasciandolo nella caserma dei Carabinieri di Giarre, lo ha lanciato in area per fargli ‘superare’ la recinzione metallica, alta circa tre metri, messa a protezione della struttura. Poi ha tentato di scavalcare la recinzione, ma all’arrivo di un militare dell’Arma è fuggito. Protagonista dell’accaduto un pregiudicato di 49 anni che è stato identificato e denunciato per maltrattamento di animali e per tentato ingresso arbitrario in luoghi dove l’accesso è vietato. L’uomo era arrivato di sera con la propria auto davanti la caserma spiegando di avere trovato 4 cuccioli di cane e di volerli affidare ai Carabinieri perché non poteva badare loro. Il militare in servizio gli ha spiegato che avrebbe attivato le procedure per l’affido dei cuccioli, ma essendo tarda serata, chiedeva all’uomo di pazientare fino alla mattina seguente. Alla risposta è scattata la sua reazione: ha preso uno dei quattro cuccioli e lo ha ‘lanciato’ dentro la Caserma. Il cane è caduto rovinosamente a terra e ha cominciato a guaire. I Carabinieri hanno prima soccorso il cucciolo e poi hanno recuperato gli altri cani dall’auto. I cuccioli, quattro meticci bicolore, hanno trascorso la notte in Caserma e l’indomani sono stati visitati da medici veterinari e affidati, in attesa di adozione, al canile cittadino. (Foto di repertorio)

Condividi su
Facebook
Twitter
WhatsApp
Email

Editoriale

Editoriale
LA “LAUDATE DEUM” E I PASSERI DELL’EVANGELISTA
di Danilo Selvaggi* “Laudate Deum”, la nuova Esortazione apostolica di Papa Francesco, rappresenta un aggiornamento dell’enciclica “Laudato si”, di cui ...
Torna in alto