COP28, MELONI: IMPEGNO SUL CLIMA E ATTENZIONE ALL’AFRICA

Una due giorni di confronto ad alto livello, per fare il punto sugli obiettivi di riduzione delle emissioni e per affrontare gli effetti dei cambiamenti climatici sui sistemi alimentari e sulle capacità di adattamento dei territori, in particolare dei paesi africani. Giorgia Meloni si prepara a partire per Dubai per l’apertura dei lavori della Cop28, dove concentrerà i suoi interventi su due temi al centro dell’agenda italiana che si combinano con l’impegno sull’Africa e sugli obiettivi del Piano Mattei. Accanto all’agenda ufficiale, il vertice per la premier dovrebbe essere l’occasione per diversi incontri bilaterali, cui la diplomazia sta lavorando. Meloni arriverà a Dubai giovedì in giornata per prendere parte il 1 dicembre alla cerimonia di apertura dei lavori insieme a circa 150 tra capi di Stato e di governo. Una partecipazione “consistente”, un “successo” per gli emiratini, osservano fonti diplomatiche, nonostante l’assenza annunciata del presidente Usa Joe Biden (ci sarà, comunque, l’inviato americano sul clima John Kerry). Per la premier il 1 dicembre sono previsti due interventi “settoriali”, il primo sui sistemi alimentari di fronte al cambiamento climatico e il secondo sull’adattamento, un tema molto sentito, spiegano fonti italiane, “dai paesi in via di sviluppo” e occasione in cui ribadire le posizioni italiane nei confronti del continente africano. Anche il fondo italiano per il clima, viene sottolineato, è dedicato in gran parte all’Africa. Sabato in tarda mattinata (alle 11.30 ma il programma potrebbe variare), si terrà invece l’intervento in plenaria, dopo l’intervento di Papa Francesco, al momento in programma alle 9.15. La sera di venerdì la premier presenzierà al concerto del Teatro alla Scala, arie italiane soprattutto: un evento “voluto da Meloni e Bin Zayed”, si sottolinea da fonti italiane, organizzato in collaborazione con il ministero dei Beni culturali, degli Esteri e con il sostegno dell’Eni.

Condividi su
Facebook
Twitter
WhatsApp
Email

Editoriale

Editoriale
LA “LAUDATE DEUM” E I PASSERI DELL’EVANGELISTA
di Danilo Selvaggi* “Laudate Deum”, la nuova Esortazione apostolica di Papa Francesco, rappresenta un aggiornamento dell’enciclica “Laudato si”, di cui ...
Torna in alto