ELEZIONI, ON. BRAMBILLA CANDIDATA: “LA NOSTRA ECOLOGIA DEL SÌ”

“L’alluvione delle Marche non è la prima lezione forte che riceviamo dal cambiamento climatico e della necessità di mettere l’Italia in sicurezza”. Lo afferma Michela Vittoria Brambilla candidata come indipendente nella coalizione di centrodestra per difendere le tematiche dell’ambiente e della biodiversità in un’intervista al Corriere della Sera.

“Non sono temi di sinistra. – prosegue Brambilla -. La mia battaglia per l’ecosistema vede unita tutta la nostra coalizione. Per questo quando ho proposto la mia candidatura su questi temi sui quali sono competente ho avuto l’appoggio di tutti. Tutti insieme, Giorgia Meloni, Matteo Salvini, Silvio Berlusconi e Noi moderati hanno condiviso la necessità di andare compatti su queste tematiche. E di darmi una rappresentanza con una candidatura in un collegio”. “Il mio non è e non sarà un ecologismo dei ‘no’, ma della consapevolezza. Occorre offrire soluzioni percorribili, non lasciare tutto com’è – precisa Brambilla -. L’Italia deve rispettare e aggiornare gli impegni internazionali assunti contro il cambiamento climatico. Occorre intervenire per la salvaguardia della qualità delle acque marine e interne, per l’efficientamento delle reti idriche, per difendere le aree a rischio idrogeologico, per una tutela della biodiversità e ampliare le aree protette. Non considero un tabù rimodulare le spese del Pnrr. E poi c’è la sfida delle rinnovabili. La guerra insegna che sono garanzia di pace e libertà”. Gela? “L’ho scelto io. Vado lì dove c’è più bisogno. Ci sono decisioni da prendere sul gasdotto e sull’impianto di compressione del gas proveniente dal giacimento offshore Argo-Cassiopea. C’è il metanodotto che collegherà Malta alla rete italiana, passando di qui. E poi c’è il Petrolchimico: la riconversione è avviata ma le bonifiche sono in ritardo. È il maggior sito attenzionato dal ministero dell’Ambiente”.

L’on. Brambilla è candidata alla Camera dei Deputati nel collegio che comprende il territorio di Gela, Caltanissetta e parte di Agrigento (Sicilia 1 – U04). Per eleggerla, sulla scheda rosa per la Camera, è sufficiente mettere la croce sul simbolo di uno dei partiti che fanno parte della coalizione di Centrodestra.

Tag: ambiente, brambilla
Condividi su
Facebook
Twitter
WhatsApp
Email

Editoriale

Editoriale
LA “LAUDATE DEUM” E I PASSERI DELL’EVANGELISTA
di Danilo Selvaggi* “Laudate Deum”, la nuova Esortazione apostolica di Papa Francesco, rappresenta un aggiornamento dell’enciclica “Laudato si”, di cui ...
Torna in alto