Svolta della Fipe: via libera per i cani in bar e ristoranti

Svolta della Fipe: via libera per i cani in bar e ristoranti

61
CONDIVIDI

Qualche settimana fa la Federazione italiana pubblici esercizi annunciando la diffusione del “Manuale di corretta prassi operativa” per la ristorazione, la gastronomia, la gelateria e la pasticceria, ha informato che l’accesso dei cani con guinzaglio e museruola è permesso. Svelando così ai più, finalmente, che non esistono leggi nazionali o regionali di divieto e che gli stop, con avviso affisso o meno, sono solo volontà del singolo esercente nell’eventuale regolamentazione comunale esistente.

Aldilà della sempre valida opzione di scegliere un altro bar o ristorante che fa entrare i quattrozampe (il nostro piccolo-grande potere da consumatori-clienti) ecco la pagina 88 del Manuale della Fipe – approvato, è bene sottolinearlo, dal ministero della Salute – che recita nel capitolo “Corretta prassi igienica”:

7.6.4. Ammissione di animali negli esercizi

Fermo restando il divieto di introdurre animali domestici nei laboratori di preparazione e nei depositi di prodotti alimentari, è consentito l’accesso ai cani guida anche non muniti di museruola (Legge 14 febbraio 1974, n.37 e successive modificazioni) nelle zone aperte al pubblico di ristoranti e altri pubblici esercizi. Gli altri cani devono essere condotti al guinzaglio e muniti di museruola.

Diffondete, utilizzate, fate valere questa importante decisione!

Commenti

commenti