USA, NON A NORMA LE BARRIERE PROTETTIVE DELLO ZOO DI HARAMBE

USA, NON A NORMA LE BARRIERE PROTETTIVE DELLO ZOO DI HARAMBE

68
CONDIVIDI
harambe.jpg

Una barriera che separa i visitatori dello zoo di Cincinnati dagli animali non aderiva agli standard federali quando il bambino di tre anni è entrato nella gabbia del gorilla Harambe, che è stato ucciso per evitare che gli provocasse danni. Un’ispezione del dipartimento dell’Agricoltura lo ha stabilito martedì, aggiungendo che l’uccisione dell’animale ha al contrario seguito correttamente le procedure richieste in questi casi. La morte del maschio 17enne ha attirato critiche da tutto il mondo e un’attenzione mediatica senza precedenti. Precedenti ispezioni avevano confermato il buono stato delle barriere protettive che però, come ha ammesso la portavoce del dipartimento Tanya Espinosa, “evidentemente il 28 maggio non garantivano più una protezione adeguata”. Il direttore dello zoo, Thane Maynard, ha risposto che “la struttura prenderà provvedimenti veloci e comprensivi per risolvere il problema”.

Commenti

commenti