RED RONNIE: “SONO VEGANO DAL 1995 E DA ALLORA NON MI AMMALO...

RED RONNIE: “SONO VEGANO DAL 1995 E DA ALLORA NON MI AMMALO PIÙ”

669
CONDIVIDI

“Sempre più persone diventeranno vegane”, “presto tutti capiranno che bisogna rispettare di più il nostro pianeta e il nostro corpo”. Lo afferma, In una intervista al Quotidiano Nazionale, Red Ronnie, critico musicale e conduttore tv, vegetariano dal 1990 e vegano dal 1995: “Io ho iniziato per caso, accompagnando Gianni Morandi in clinica da sua madre. Avevo un problema a una spalla e lì mi curarono con gli oli essenziali. Poi mi chiesero di rinunciare per tre mesi a carne e latticini”, “dopo tre mesi mi ero come disintossicato. La carne puzzava, era diventata insopportabile. E poi avevo fissato il cappuccino day al termine dei tre mesi, prima ne andavo pazzo. Ma anche quello era diventato insopportabile”. Poi cinque anni dopo è diventato vegano: “Mi mostrarono un’aragosta in un ristorante. Ancora mangiavo pesce, ma al pensiero che l’avrebbero bollita viva, ho deciso che non avrei più toccato un animale” e “dal 1990 non mi sono più ammalato, sono pieno di energia, sto benissimo. E poi ho un nuovo atteggiamento nei confronti della vita, ho una sensibilità molto più spiccata. Anche se non sono un vegano integralista”, “se qualche volta in tavola capita la pasta all’uovo, la mangio. E se non trovo il gelato di soia, ogni tanto posso mangiarne anche uno normale. Non accetto i fondamentalisti che si basano sulla violenza delle idee. Io rispetto gli altri e difendo le mie scelte, ma non andrei mai a minacciare un vecchietto che sta pescando. Chi dice che non bisogna fare violenza sugli animali e poi la fa sulle persone, è peggio di chi mangia la carne”.

Commenti

commenti