QUATTRO ZAMPE SU QUATTRO RUOTE

QUATTRO ZAMPE SU QUATTRO RUOTE

243
CONDIVIDI
caneauto.jpg

Che stress: Fido, Felix, avete già capito! Si parte! Molti cani e gatti soffrono come noi il mal d’auto, e anche per loro si possono trovare degli accorgimenti per rendere meno spiacevole questo momento. Ovviamente consultatevi sempre col veterinario che conosce bene i vostri amici. Per muoversi in auto cani e gatti devono essere protetti con trasportini di varie dimensioni o con le reti apposite. Si può cercare di prevenire la nausea tenendoli a digiuno per qualche ora prima della partenza, evitando anche l’acqua nei casi più sensibili. Durante il periodo estivo fate in modo che l’aria condizionata dia beneficio anche a loro senza raffreddarli troppo. Con Fido farete durante il viaggio delle soste per i suoi bisogni e per fargli fare due passi in un’area di sosta tranquilla, ombreggiata e sicura. Per far sentire più tranquilli i nostri amici non dimenticate il loro gioco preferito oppure un indumento col vostro odore o quello di casa che gli faccia sentire la vostra presenza rassicurante.
Ci sono in commercio prodotti più o meno naturali per combattere la nausea degli animali, ma io personalmente preferisco sempre provare col digiuno e le coccole. Parlate con i vostri Fido e Felix durante il tragitto e magari ascoltate con loro la vostra musica preferita (sempre che non sia del rock duro). Un clima rilassato e sereno aiuta tutti i viaggiatori. Soprattutto per queste occasioni munite sempre i vostri amici di microchip, medaglietta e collare col vostro numero di telefono. Fate poi in modo di avere a portata di mano le cucce, la pappa e le lettiere da tirar fuori appena arriverete nella nuova dimora, così Fido e Felix si potranno ambientare più velocemente. Affrontate con tranquillità questi momenti anche mentre farete le valigie e troverete tra i calzini Felix, oppure Fido vi svuoterà le borse mentre voi le riempirete. Non sgridateli, sarà il loro modo di aiutarvi o dirvi “restiamo a casa” o più probabilmente “mi porti con te, vero”?

Commenti

commenti