IUCN: IN EUROPA RISCHIO ESTINZIONE PER UN QUARTO DI GRILLI E CAVALLETTE

IUCN: IN EUROPA RISCHIO ESTINZIONE PER UN QUARTO DI GRILLI E CAVALLETTE

205
CONDIVIDI
grilli.jpg

Sono conosciuti per il loro canto che, a breve, potrebbe diventare un ricordo. Grilli e cavallette sono, infatti, sotto osservazione in Europa dal momento che almeno un quarto delle specie rischia l’estinzione. L’allarme arriva dall’Unione internazionale per la conservazione della natura (Iucn) che, osservando 1.082 specie diffuse in tutta Europa (un lavoro durato due anni e a cui hanno preso parte 150 esperti nell’ambito di un progetto finanziato dalla Commissione europea), ha notato che questi animali hanno il maggior rischio di scomparsa fra tutti gli insetti presenti in Europa. Il rischio estinzione si estende anche ad altri animali dato che grilli e cavallette costituiscono un anello fondamentale della catena alimentare, e sono fonte di nutrimento specie per uccelli e rettili. Almeno un quarto degli ortotteri è a rischio a causa dell’agricoltura intensiva, che ne distrugge l’habitat, ma anche per via degli incendi, che divampano soprattutto in Grecia e nella isole Canarie. La «cicala canaria» dell’isola di Gran Canaria ha già subito un declino di un quarto del suo habitat a causa dei vasti incendi del 2007. Altri fattori di rischio derivano dallo sfruttamento dei pascoli, dall’uso di fertilizzanti e di macchinari pesanti per la falciatura. “Per salvare queste specie dall’estinzione è necessario fare di più per proteggere e ripristinare i loro habitat, ad esempio attraverso una gestione più sostenibile delle terre coltivate, usando pratiche di agricoltura tradizionale” ha dichiarato Jean-Christophe Vié, direttore del Programma Globale di Tutela delle Specie dell’Iucn.

Commenti

commenti