RINOCERONTI, ALLARME NEGLI ZOO D’EUROPA E D’AMERICA

RINOCERONTI, ALLARME NEGLI ZOO D’EUROPA E D’AMERICA

351
CONDIVIDI
rinocerontenero.jpg

La spietata uccisione di un rinoceronte in un parco naturale vicino a Parigi da parte di assalitori che hanno asportato dalla carcassa un corno del valore quasi tre volte il suo peso in oro lascia intendere che il bracconaggio potrebbe diffondersi ben oltre i campi di sterminio di Africa e Asia.
La domanda di corna è alle stelle in Asia, dove vengono ridotte in polvere e utilizzate per scopi medicinali. Alcuni la credono capace di guarire tutto: dal cancro al postumi di una sbornia. Più di 90 zoo che ospitano rinoceronti negli Stati Uniti hanno adottato requisiti di sicurezza rigorosi e sono conformi alle ispezioni regolari di accreditamento, ha detto Dan Ashe, presidente e direttore esecutivo dell’Associazione zoo e acquari con base nel Maryland. Ma ha ammesso venerdì: “Nessuno è affrancato da questo potenziale pericolo, abbiamo fatto in modo che i nostri membri siano consapevoli di quanto è avvenuto a Parigi e stiano in guardia”. Jacques-Olivier Barthes, un portavoce del World Wildlife Fund in Francia, ha detto che i giardini zoologici in Europa potrebbero dover cambiare le loro procedure di sicurezza a seguito dell’attacco. Ha detto che ci sono 300 rinoceronti in Europa, tra cui 111 in Gran Bretagna. “Se c’è un cambiamento di strategia criminale e un passaggio da furti nei musei al puro e semplice crimine sugli animali, ciò implica un cambiamento di mezzi di protezione per i giardini zoologici e riserve africane in Europa”, ha detto. Alcuni stimano che le corna si possano vendere fino a 3000 dollari l’oncia, cioè tra 500.000 e un milione di dollari l’uno.

Commenti

commenti