PIANO LUPO, LAV-ENPA: BENE IL RINVIO, DISPONIBILI A INCONTRO

PIANO LUPO, LAV-ENPA: BENE IL RINVIO, DISPONIBILI A INCONTRO

116
CONDIVIDI
Gray wolf (Canis lupus)

“Un risultato importantissimo, che scongiura ancora una volta quella che sarebbe stata una gravissima apertura al ‘bracconaggio di Stato’, dimostrando chiaramente quale sia la posizione della maggioranza delle Regioni, e dei cittadini da esse rappresentati, mobilitati ormai da mesi insieme alle associazioni in un inequivocabile e fermo ‘no’ alle uccisioni dei lupi”. Così la Lav dopo il rinvio dell’accordo, in Stato-Regioni, sulla nuova versione del ‘piano lupo’. L’associazione annuncia che “pur soddisfatta, continuerà a vigilare con la massima attenzione su questo tema”.

”L’Ente Nazionale Protezione Animali esprime apprezzamento per la decisioni presa oggi dalla Conferenza Stato-Regioni di rinviare il voto sul piano lupi. In particolare, l’associazione raccoglie l’invito espresso dal presidente Bonaccini e conferma la propria disponibilità a incontrare le istituzioni per trovare una soluzione condivisa ma senza alcuna possibilità di uccisioni”. Così in una nota l’Enpa. ”Non solo convivere con i lupi è possibile, ma ci sono anche – spiega l’Enpa – metodi scientifici non cruenti ed efficaci che permettono di evitare possibili situazioni problematiche. Da mesi il ministro Galletti, venendo meno ai propri doveri istituzionali, rifiuta di interloquire con il mondo animalista e ambientalista. Un rifiuto di dialogo di cui si avvantaggiano gli allevatori estremisti e i bracconieri. Ci auguriamo di cuore che le parole di invito al confronto pronunciate oggi dal presidente Bonaccini aprano una fase nuova”.

”Per questo, Enpa ha deciso di proseguire a oltranza il mail bombing contro lo sterminio dei lupi. In meno di 48 ore l’iniziativa ha già raccolto ben 320mila adesioni. Un risultato straordinario – prosegue l’associazione -, una inequivocabile dimostrazione di ciò che l’opinione pubblica chiede ai suoi rappresentanti. Si fermino subito, altrimenti il prezzo politica ed elettorale, ad ogni livello, sarà alto. E sarebbe un vero suicidio politico”.

Commenti

commenti