CLIMA, RISOLTO IL MISTERO DEL METANO PRODOTTO DALL’OCEANO

CLIMA, RISOLTO IL MISTERO DEL METANO PRODOTTO DALL’OCEANO

26
CONDIVIDI
mare.jpg

Risolto il ‘rompicapo’ del metano prodotto dall’oceano, che contribuisce al riscaldamento globale producendo il 4% del totale di questo gas serra. Finora infatti non si era riusciti a capire come cio’ avvenisse, visto che non ci sono microrganismi marini in superficie noti per produrre metano. I ricercatori del Massachussets institute of technology (Mit) di Boston, come spiegano sulla rivista Science, hanno scoperto che e’ un enzima a trasformarli in ‘produttori’ di metano. Molti batteri sviluppano metano come sottoprodotto del loro metabolismo, ma la maggior parte di loro vive in ambienti poveri di ossigeno, come le profondita’ oceaniche o il tratto digestivo degli animali, non vicino la superficie marina. L’enzima identificato dai ricercatori americani, guidati da David Born, produce un composto, il metilfosfonato, che viene convertito in metano. Inizialmente lo hanno trovato in un microrganismo che vive vicino la superficie dell’oceano, il Nitrosopumilus maritimus, ma non in altri microrganismi come ci si aspettava. Dopo averne identificato la sequenza genetica, hanno pero’ visto che e’ presente in altre versioni in altri microrganismi, collegate ad un altro enzima simile. E allargando la ricerca ad una banca dati di sequenze genetiche di migliaia di microrganismi marini, hanno trovato centinaia di enzimi con la stessa struttura vista nell’enzima originale. Uno di questi in un organismo oceanico molto abbondante, il Pelagibacter ubique. Ancora non si sa invece bene a cosa serva questo enzima e i suoi prodotti nei batteri dell’oceano, e se la produzione di metano dai microrganismi sia influenzata dalle condizioni ambientali dell’oceano, come temperatura e inquinamento.

Commenti

commenti