MOLISE, UN CACCIATORE DI FRODO SI VANTA DI AVER UCCISO BEN 15 LUPI

Lndc presenta un esposto alla magistratura

Ha ucciso 15 lupi in un mese e mezzo e se ne vanta pure. È questa la testimonianza strappata da Veronica Ruggeri de Le Iene a un anonimo cacciatore di frodo del Molise. Un servizio, andato in onda tre giorni fa, che è stato subito ripreso dalla Lega Nazionale per la Difesa del Cane che ha sporto denuncia per risalire alla sua vera identità. Nel servizio ad alcuni abitanti del villaggio del Molise la “iena” ha giustamente citato come esistano altri modi per proteggersi dagli attacchi dei lupi come reti e cani da guardia come i pastori maremmani-abruzzesi. Un uomo però ha rifiutato quest’ultima possibilità sostenendo, con evidente ignoranza, che questi cani sono aggressivi. L’anonimo bracconiere, intervistato successivamente a volto coperto, si è al contrario vantato delle uccisioni cruente: attaccava un pezzo di carne a un amo che veniva ingerito dal lupo che, per liberarsene, era costretto a strapparsi il labbro morendo nei giorni successivi di setticemia. Una vera e propria crudeltà gratuita contro cui la Lndc ha chiesto aiuto alla magistratura.

Tag: animali, lndc, lupi, maltrattamenti, uccisioni
Condividi su
Facebook
Twitter
WhatsApp
Email

Editoriale

Editoriale
LA “LAUDATE DEUM” E I PASSERI DELL’EVANGELISTA
di Danilo Selvaggi* “Laudate Deum”, la nuova Esortazione apostolica di Papa Francesco, rappresenta un aggiornamento dell’enciclica “Laudato si”, di cui ...
Torna in alto