NAPOLI, RECUPERATE E MESSE IN SALVO DUE TARTARUGHE CARETTA CARETTA

caretta caretta.jpg

Due chiamate giunte alle locali Capitanerie di Porto ed al numero di reperibilità della stazione zoologica Anton Dohrn, hanno dato il via al recupero di due esemplari di tartarughe ‘Caretta caretta’. La prima ad Ischia, segnalata da un cittadino che ha allertato la Capitaneria ed il personale dell’area marina protetta “Regno di Nettuno” poiché la tartaruga si trovava nello specchio d’acqua dell’area protetta, che si sono subito attivati per farla arrivare al porto di Napoli grazie alla compagnia di aliscafi Alilauro. Qui ad attenderla c’erano i volontari dell’Enpa di Salerno che hanno provveduto al trasporto della tartaruga. L’animale, un grosso maschio, è stato avvistato in superficie e presentava difficoltà nell’immergersi. Probabilmente è stato catturato con reti a strascico e liberato senza i dovuti controlli dello stato di salute. La seconda segnalazione è giunta dal personale del porto di Agropoli che ha recuperato un giovanissimo esemplare privo delle pinne anteriori. Probabilmente vittima di reti o funi che le hanno amputato gli arti. Anche questo esemplare è stato recuperato dai volontari della Protezione Animali di Salerno e trasportata al Dohrn per le cure.

(Testo riportato da Ansa, foto di repertorio)

Tag: animali, Dohrn, tartaruga
Condividi su
Facebook
Twitter
WhatsApp
Email

Editoriale

Editoriale
LA “LAUDATE DEUM” E I PASSERI DELL’EVANGELISTA
di Danilo Selvaggi* “Laudate Deum”, la nuova Esortazione apostolica di Papa Francesco, rappresenta un aggiornamento dell’enciclica “Laudato si”, di cui ...
Torna in alto