ROMA, POLIZIA E GUARDIE ZOOFILE SALVANO 70 CANI MALTRATTATI NEI CAMPI ROM

“Le Guardie Zoofile Ambientali Norsaa Roma da circa un anno, grazie alla Procura della Repubblica di Roma, alla Polizia Roma Capitale, all’ASL veterinaria Rm2-Rm3, all’amministrazione Capitolina hanno messo un freno enorme al randagismo e al maltrattamento animale nei campi Rom della Capitale e tanto altro a Roma e nel Lazio dove siamo titolati. Abbiamo portato via 54 cani dal campo Rom Castel Romano e circa 15 nei vai campi Rom di Roma. Un lavoro ciclopico a cui molte ditte private, vuoi per la sicurezza, vuoi per l’assenza di competenze specifiche non hanno mai accettato l’incarico. Adesso la fetta di cani rimasti nel campo Rom Castel Romano sono cani che si rifugiano nei boschi (Parco Decima Malafede – È un parco enorme) ed escono solo per mangiare e bere. Abbiamo richiesto il porto d’armi alla Questura di Roma per il fucile narcotizzante ma sono 4 mesi che la burocrazia è ferma, questo quanto prima ci permetterà di chiudere definitivamente il randagismo nei campi Rom con la cattura degli ultimi cani rimasti. Gli animali sono tutti pieni di parassitosi ed alcuni, come la cagnolina del caso in oggetto era al limite di ogni patologia immaginabile. Nel nostro post abbiamo messo in evidenza la disumanità a cui abbiamo assistito, frutto di insensibilità di gente che pare indifferente alla sofferenza. Purtroppo erano presenti solo bambini, tra l’altro non punibili per legge e questo ci ha fatto arrabbiare ancora di più contro chi dovrebbe educarli all’amore e alla sensibilità”.

(Comunicato e foto Norsaa)

Tag: animali, campo rom, cani, Norsaa
Condividi su
Facebook
Twitter
WhatsApp
Email

Editoriale

Editoriale
LA “LAUDATE DEUM” E I PASSERI DELL’EVANGELISTA
di Danilo Selvaggi* “Laudate Deum”, la nuova Esortazione apostolica di Papa Francesco, rappresenta un aggiornamento dell’enciclica “Laudato si”, di cui ...
Torna in alto