TANZANIA, 185 CASE MASAI INCENDIATE PER FAR SPAZIO AL PARCO

Nell’arco di 24 ore sono state date alle fiamme 185 abitazioni maasai nella regione Loliondo, al confine del Parco Nazionale del Seerengeti, costringendo circa 6 mila e 800 persone a lasciare le proprie abitazioni: la denuncia e’ contenuta in uno studio della ong danese che lavora a stretto contatto con le comunita’ di nativi in Tanzania, il Gruppo di lavoro internazionale per la tutela dei nativi (Iwgia). I fatti, si ricostruisce nella ricerca, risalgono al 13 e 14 agosto. Gli incendi sono l’ultimo mezzo che il governo tanzaniano ha deciso di impiegare per costringere i maasai, un popolo nomade che abita per lo piu’ in Kenya e Tanzania, a liberare aree del Paese che vorrebbe trasformare in riserva naturale, una delle maggiori attrazioni turistiche e motore dell’economia. La ong danese si e’ detta sorpresa e preoccupata per la nuova ondata di sfratti, in quanto e’ stata creata una commissione apposita per risolvere la questione, la zona era anche stata dichiarata dal governo stesso “terra di villaggi nativi legalmente riconosciuta”. Julie Koch, direttrice esecutiva della Iwgia, ha esortato il governo a trovare una soluzione diplomatica e a rispettare la richiesta di porre un freno agli sfratti arrivato dalla Commissione per i diritti umani e il buongoverno della Tanzania.

“Tutta la terra appartiene al governo e il presidente puo’ usarla come meglio crede purche’ non vengano violati diritti umani” ha detto Lilian Looloitai, una maasai, direttrice di un gruppo per la salvaguardia dei diritti dei nativi. “In quanto popolo nomade, per noi la terra e’ la vita, ci servono spazi dove pascolare i nostri animali” ha continuato Looloitai, ricordando anche che i Maasai sono in particolare difficolta’ in questo periodo a causa della siccita’. Nel 2014 l’allora presidente tanzaniano Jakaya Kikwete, in seguito alla presentazione di una petizione online firmata da piu’ di due milioni di persone aveva promesso che non ci sarebbero stati altri sfratti.

Tag: animali, parco, Serengeti
Condividi su
Facebook
Twitter
WhatsApp
Email

Editoriale

Editoriale
LA “LAUDATE DEUM” E I PASSERI DELL’EVANGELISTA
di Danilo Selvaggi* “Laudate Deum”, la nuova Esortazione apostolica di Papa Francesco, rappresenta un aggiornamento dell’enciclica “Laudato si”, di cui ...
Torna in alto