TRAPPOLE PER LUPI A PORTO ERCOLE, MINISTERO AMBIENTE: NESSUNA AUTORIZZAZIONE

lupo.jpg

“Il ministero dell’Ambiente non ha autorizzato la dislocazione di trappole per lupi né all’Argentario né altrove. La notizia apparsa su alcuni organi di stampa è totalmente priva di fondamento”. È quanto si legge in una nota del ministero dell’Ambiente. La Regione Toscana, a seguito della richiesta del sindaco di Porto Ercole, ha richiesto il 13 marzo, spiega ancora la nota, “l’autorizzazione a catturare i canidi che stanno creando allarme nel centro di Porto Ercole. Si discute quindi di uno o più cani randagi. La richiesta prevede l’uso di trappole a cassetta prevedendo la “idonea destinazione” nel caso di cattura di un cane, il trasferimento in apposita struttura autorizzata di eventuali ibridi catturati e l’immediato rilascio di lupi che finissero nelle trappole. “Il 26 marzo l’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA) ha rilasciato parere favorevole, in quanto le trappole previste hanno probabilità pressoché nulle di catturare un lupo e fornendo indicazioni per il corretto svolgimento delle operazioni, limitando sofferenze e stress agli animali e, in tale contesto e coerentemente con il dettato della L. 281/91, ha ritenuto valutabile dal punto di vista tecnico la soppressione eutanasica di eventuali ibridi”.

Tag: animali, lupi, Porto Ercole
Condividi su
Facebook
Twitter
WhatsApp
Email

Editoriale

Editoriale
LA “LAUDATE DEUM” E I PASSERI DELL’EVANGELISTA
di Danilo Selvaggi* “Laudate Deum”, la nuova Esortazione apostolica di Papa Francesco, rappresenta un aggiornamento dell’enciclica “Laudato si”, di cui ...
Torna in alto