ISCHIA, UE: FERMATE IL BRACCONAGGIO

cardellino.png

L’Unione Europea si schiera contro il bracconaggio a Ischia e a Procida, due perle della Campania, e chiede misure rigorose per combatterlo. Lo ha deciso il Commissario Ue all’Ambiente, Janez Potocnik, dopo un’interrogazione presentata dagli europarlamentari Andrea Zanoni, Niccolò Rinaldi e Giommaria Uggias, a cui si sono uniti i rappresentanti di altri otto Paesi.
“La Commissione – dichiara Potocnik – è a conoscenza dell’emergenza bracconaggio sulle isole di Ischia e Procida. E’ evidente che queste pratiche violano le disposizioni della direttiva Uccelli, la cui attuazione è obbligatoria per le autorità italiane”.
“Sotto accusa – rivelano gli eurodeputati che hanno depositato il ricorso – è il bracconaggio sull’isola di Ischia e Procida, cui si uniscono gli scarsi controlli in merito da parte delle autorità locali. Bruxelles ha confermato che la continua attività di bracconaggio, mettendo a repentaglio la vita di milioni di uccelli anche protetti, viola apertamente la normativa europea”.
Le isole di Ischia e Procida non sono altro che una strategica area di sosta e passaggio degli uccelli in migrazione dai quartieri di svernamento africani alle zone di riproduzione europee. Le specie più nel mirino sono la tortora selvatica (streptopelia turtur) e la quaglia (coturnix coturnix), che sta calando in maniera progressiva in tutto il continente. Ma il fenomeno riguarda anche altri volatili: dal culbianco alla balia nera, dallo stiaccino alle cutrettola. Diverse altre specie, invece, vengono catturate con le trappole.
Ormai da tempo gli attivisti di Wwf, Lipu, Cabs e Lac sono attivi con campi antibracconaggio, ma manca ancora un’attività costante delle autorità di vigilanza, a livello nazionale e locale, per prevenire e bloccare proprio il bracconaggio.

Tag: animali, caccia, maltrattamenti
Condividi su
Facebook
Twitter
WhatsApp
Email

Editoriale

Editoriale
LA “LAUDATE DEUM” E I PASSERI DELL’EVANGELISTA
di Danilo Selvaggi* “Laudate Deum”, la nuova Esortazione apostolica di Papa Francesco, rappresenta un aggiornamento dell’enciclica “Laudato si”, di cui ...
Torna in alto